Contattami

Il contatto che senza dubbio preferisco è quello che mi arriva per mezzo della posta elettronica (icarosborgia[chiocciola]gmail.com) perchè lo ritengo uno strumento utile e fondamentale per sopravvivere in questo mondo che corre veloce.

Ti lascio anche il mio recapito telefonico 329.4158056 con la promessa che mi impegnerò nel cercare di risponderti quando mi chiami. Spero però che capirai che l’elevato numero di impegni spesso non mi permettono di essere reperibile nell’immediato ma puoi stare tranquillo che ti richiamerò non appena ne avrò la possibilità.

Oltre a questi strumenti più “tradizionali” puoi trovarmi anche su facebook (sborgia ale) e su skype (sborgia.icaro.alessandro).

 

Readers Comments (4)

  1. ho capito dalle tue recensioni che sei del mestiere e pertanto competente e vorrei chiederti alcune delucidazioni:
    recentemente, nella palazzina di otto appartamenti e tre piani, dove abito abbiamo fatto l’ammodernamento tecnologico e funzionale ad un ascensore che aveva più di 35 anni; in pratica è stato sostituito il quadro di manovra a microprocessore, comandi di fermata ai vani con quelli di tipo magnetico, nuovi organi di manovra, cavi flessibili e cavi elettrici e sostituzione delle pulsantiere ai piani e della cabina.
    Come vedi abbiamo fatto un bel lavoro ma da te vorrei sapere se con il lavoro di ammodernamento di cui sopra ( direi anche adeguamento alle norme) era previsto alcuni lavori che non sono stati fatti e che comunque le nuove norme ci impongono di fare all’atto di un adeguamento; per esempio prima del lavoro l’ascensore si fermava al piano e si spegneva la luce interna potente e rimaneva una luce più bassa ( cortesia) che oggi, dopo i lavori non esiste più infatti c’è solo una luce media che rimane sempre accesa.
    mi puoi dare qualche indicazione e dirmi a quali norme mi debbo riferire per comprendere meglio i lavori che son stati fatti?
    anticipatamente ringrazio, chicchero

    • Consideri che oggi non ci sono normative che impongono determinati adeguamenti tecnologici degli impianti. Diciamo che fanno fede i verbali emessi dagli organismi notificati a seguito delle verifiche biennali e le segnalazioni fatte dal manutentore dell’impianto.
      Riguardo alla luce in cabina Le confermo che la vigente normativa prevede che ci sia sempre una luce di presenza.
      Le normative che oggi regolano la costruzione e l’installazione di un ascensore sono la UNI EN 81.1 (ascensori elettrici) e la UNI EN 81.2 (ascensori oleodinamici).
      Relativamente alle modernizzazioni può prendere come riferimento la UNI EN 81.80 che però riveste carattere di semplice linea guida in caso di manutenzioni straordinarie volontarie.
      Per qualsiasi ulteriore chiarimento sono a Sua completa disposizione.

  2. E’ utile ricordare anche le norme UNI 10411-1 e UNI 10411-2 “Modifiche ad ascensori elettrici preesistenti” e “Modifiche ad ascensori idraulici preesistenti” che non sono linee guida ma norme tecniche italiane che danno la presunzione di conformità secondo il DM 37/08 (ex 46/90).

Leave a comment

Your email address will not be published.


*